Zenzero: ricette e idee per il suo utilizzo in cucina

Lo zenzero è una spezia ricca di proprietà e benefici, che aiuta la digestione, la circolazione e ha effetti dimagranti. Questa radice, dal sapore leggermente piccante, è ottima per creare tante ricette sfiziose. Ma come usare lo zenzero? Scopri quali sono i benefici dello zenzero e come inserirlo nella dieta di tutti i giorni.

da , il

    zenzero

    Lo zenzero è una radice, per essere precisi un rizoma, della pianta Zingiber officinale che cresce nelle zone tropicali e subtropicali, utilizzato per il suo sapore leggermente piccante.

    Lo zenzero è un alimento davvero prezioso e, come la curcuma, è un rimedio naturale e una spezia dalle mille virtù. Antiossidante naturale, lo zenzero è anche un potente antinfiammatorio e antibatterico e, oltre ad aiutare la digestione, è efficace contro la nausea.

    Lo zenzero è anche particolarmente indicato per chi vuole dimagrire perché è un alimento brucia grassi in grado di accelerare il metabolismo. Basta inserirne pochissimo nella dieta per vedere gli effetti positivi che questa spezia ha sul nostro corpo, l’importante è mangiarlo con costanza: vi basterà assumere tutti i giorni 10 grammi di zenzero per dimagrire.

    Come usare lo zenzero? Tra le preparazioni più diffuse c’è senza dubbio la tisana allo zenzero, ma le ricette insaporite da questa spezia sono davvero tante. Ecco allora alcuni consigli su come usare lo zenzero in cucina e quali sono le proprietà, i benefici e le controindicazioni di questa spezia.

    Lo zenzero: proprietà e benefici

    root 617409_960_720

    Lo zenzero è una pianta che appartiene alla stessa famiglia della curcuma; quando si parla di zenzero ci si riferisce solitamente al rizoma, ossia il fusto sotterraneo della pianta, quello che contiene tutte le proprietà benefiche e curative. Quando la pianta ha 5 mesi si può raccogliere il rizoma e usarlo per insaporire innumerevoli ricette.

    I benefici dello zenzero sono davvero tantissimi: aiuta la digestione, riduce il mal di testa e il mal di gola, ed è un antidolorifico naturale quindi riesce ad alleviare i dolori mestruali o derivanti dall’artrite.

    Infine lo zenzero è consigliato nelle diete dimagranti perché aiuta ad accelerare il metabolismo, favorendo quindi la perdita di peso.

    Bastano 10 gr. di zenzero al giorno per ridurre il senso di fame, digerire meglio carboidrati e proteine e sgonfiare l’addome per ottenere una pancia piatta.

    Si tratta di un cibo straordinario perché aiuta a dimagrire ma, allo stesso tempo, rende ancora più saporiti e gustosi i piatti con cui viene abbinato. Ecco allora qualche ricetta sfiziosa per usare lo zenzero fresco con primi e secondi piatti e per preparare la famosa tisana allo zenzero.

    Come usare lo zenzero nei primi piatti

    5317158675_daefc3f9fa_o

    Lo zenzero è una spezia molto versatile che darà un sapore frizzante e originale ai vostri primi piatti.

    Potete usarlo per arricchire tante preparazioni diverse, come ad esempio:

    Foto di Alpha

    Come usare lo zenzero nei secondi piatti

    4529789697_bc94236a23_b

    Lo zenzero riesce a dare un vivace tocco di sapore anche a tanti secondi piatti, sia di pesce che di carne. Provate queste ricette sfiziose:

    • I gamberi allo zenzero in cartoccio: un profumato piatto di gamberi cotti al cartoccio e aromatizzati dallo zenzero in polvere.
    • Il baccalà allo zenzero: il gusto sapido del baccalà viene reso più fresco ed appetitoso dallo zenzero.
    • Il salmone allo zenzero: questa ricetta da cuocere con il microonde è facilissima da fare e molto saporita.
    • Il pollo al limone e zenzero: il pollo al limone e zenzero è un piatto nutriente, ben digeribile grazie allo zenzero che favorisce la digestione e l’eliminazione dei grassi ingeriti.

    Foto di Ben Lee

    Come usare lo zenzero nei dolci

    2908471766_083c18823e_b

    Lo zenzero è perfetto per creare, anche nei dolci, contrasti interessanti e dessert raffinati come ad esempio:

  • La crema di mele allo zenzero: un dolce gustoso e leggero; la ricetta è facilissima e anche le meno esperte ai fornelli la potranno realizzare senza fatica.
  • Il gelato allo zenzero: il gelato allo zenzero è perfetto per esser servito da solo, come dessert unico o in abbinamento a torte e dolci speziati.
  • I biscotti triplo zenzero: irresistibili biscotti allo zenzero, anzi al triplo zenzero, visto che si usa lo zenzero candito, quello fresco e quello in polvere.

  • Foto di Glorious Treats

    La tisana allo zenzero

    16038579408_773ff44150_b

    Lo zenzero sa dare un tocco in più anche alle bevande calde e fredde. Usatelo per preparare bevande detox fresche e tisane digestive.


    Foto di Marianna Abramova

    Zenzero: dove trovarlo

    Negli ultimi anni è diventato più facile trovare lo zenzero fresco, non solo nei negozi di specialità esotiche, ma anche nei supermercati e nei negozi di frutta e verdura. Lo zenzero viene venduto come un rizoma intero, ma potete trovarlo anche secco a pezzi, oppure ridotto in polvere. Esiste anche lo zenzero candito, una delizia, perfetto da mangiare alla fine di un pranzo come un piacevole digestivo non alcolico, oppure da utilizzare per la preparazione di dolci. E se avete il pollice verde, potete anche provare a coltivare lo zenzero in casa vostra, mettendo un pezzo di radice in un vasetto.

    Zenzero: come conservarlo

    5649013481_752eab0cce_b

    Se avete acquistato lo zenzero fresco dovrete conservarlo in frigorifero. Inserite la radice in un sacchetto per alimenti cercando di far fuoriuscire tutta l’aria e riponetelo nel cassetto delle verdure del frigorifero. In questo modo lo zenzero si conserverà fresco per circa 3 settimane.

    Una volta pelata, invece, la radice si conserva in frigorifero per circa 10 giorni.

    Al momento di usarlo, pelatelo e, a seconda delle preparazioni, tagliatelo a fettine, oppure tritatelo usando un tritatutto elettrico, perchè lo zenzero è fibroso e quindi con strumenti manuali è difficile da tritare.

    E’ possibile anche surgelare lo zenzero: tritatelo e riponetelo in piccoli contenitori ermetici; all’occorrenza prendete la quantità che vi serve utilizzandolo senza scongelarlo. Potete anche conservarla in freezer tagliata a pezzi o a fette, in ogni modo congelata durerà qualche mese.

    Potete anche frullarlo con dell’olio e conservare il trito in un barattolino coperto in frigorifero.


    Foto di Olga Massov