Pasqua: la colazione romana

Insolita da ritrovarsi in tavola è la colazione pasquale romana. Ricca di pietanze dolci, sì, ma soprattutto salate come la corallina romana - da accompagnare rigorosamente con la pizza di Pasqua - rappresenta il preludio al menù del pranzo festivo. Voglia di scoprirne origini, usanze e ricette? Continuate a leggere!

da , il

    Pasqua la colazione romana

    La colazione romana di Pasqua – così come quella di tutto il Centro Italia in realtà – rappresenta un’antica tradizione. Essa vuole che il mattino del giorno di Pasqua in tutto il Lazio, fino ad arrivare alle zone confinanti con l’Umbria, si consumi una classica colazione che, per quanto sia solamente il preludio al ricco pranzo di festa, sia comunque molto abbondante e fatta di numerose portate, sia dolci che salate.

    Sarà una vera sorpresa, per chi non conosca tale tradizione, ritrovarsi in tavola per la colazione pasquale piatti considerati inconsueti per quello che è il primo pasto della giornata.

    Tra questi, tra torte salate ed insaccati di ogni tipo, spicca la corallina romana, immancabile salume di carne di suino allevato nell’area di Roma. Non solo pietanze salate nell’ambito di tale colazione: tra le ricette tipiche anche la pizza dolce di Pasqua romana fa la sua parte. Altro non è – a discapito del suo nome – che un dolce alto e soffice diffusamente preparato in tutto il Lazio durante il periodo che precede la Pasqua.

    Non si può dire che il menù tradizionale di Pasqua a Roma sia povero: questa colazione tipica ne è la prova. Ovviamente, nel caso in cui abbiate ospiti poco propensi, assicurate loro una rassicurante fetta di colomba con un buon caffè fumante. Anche questi, del resto, possono fare parte integrante di una colazione tradizionale.

    Se avete in mente di lasciarvi tentare dalle ricette pasquali romane continuate a leggere!

    Origini della colazione romana di Pasqua

    tavola pasquale

    Per la religione cristiana, il momento della colazione di Pasqua serve a celebrare la fine del digiuno ed il ritorno alla vita.

    Seppur con significati diversi, troviamo sulle tavole ebraiche gli stessi alimenti presenti sulle nostre.

    L’agnello, ad esempio, simboleggia non il corpo di Cristo, ma la liberazione dalla schiavitù.

    Le uova, altro importante simbolo, costituiscono per i cristiani simbolo di resurrezione, mentre per gli ebrei il significato di nuova vita.

    Consigli per la colazione romana di Pasqua

    colazione romana di Pasqua

    Per allestire come si deve la tavola per la colazione romana pasquale – alla quale viene spesso data più importanza che al menù del pranzo di Pasqua – non bisogna apparecchiare con tazze e caffettiere: dovrete pensare di stare allestendo il tutto come fareste per un normale pasto.

    Non possono mancare, quindi, le posate (forchette e coltelli), i tovaglioli, i bicchieri (anche quello per il vino) ed i piatti.

    Se non avete intenzione di svegliarvi all’alba, poi, sarà bene preparare la maggior parte delle portate previste il giorno prima. Relegate alla mattina solo i piatti più facili e rapidi.

    Un consiglio? Cercate di servire la colazione pasquale il prima possibile, per evitare di rovinarvi l’appetito per il pranzo.

    Pizza sbattuta

    dolce di pasqua

    Tra le ricette dolci che fanno parte della colazione di Pasqua romana c’è la pizza sbattuta, una sorta di pan di spagna che di solito si mangia insieme alle uova di cioccolato.

    Preparatela con largo anticipo, anche la sera prima se necessario. Avvolgendola in un canovaccio rimarrà morbida come appena sfornata.

    Accompagnatela semplicemente con del caffè e spalmatela a piacere con della marmellata.

    VAI ALLA RICETTA

    Pane di Pasqua

    Pane pasquale

    Altra presenza stabile è il pane di Pasqua, tipico di numerose regioni, che è possibile realizzare sia nella versione dolce che in quella salata.

    All’interno del suo impasto si possono aggiungere, prima del trasferimento in forno, delle uova che, per la tradizione cristiana, come anticipato, simboleggiano la rinascita.

    Il pane pasquale si può preparare la sera precedente e si può cuocere al mattino, per averlo in tavola appena sfornato.

    VAI ALLA RICETTA

    Uova di cioccolato

    Uova di cioccolato

    Non rappresentano una vera e propria ricetta, ma le uova di cioccolato fanno parte integrante della colazione romana pasquale e possono anche essere realizzate in casa avendo un po’ di tempo a disposizione, ovviamente.

    E’, infatti, nell’ambito della stessa che vengono aperte dai bambini. Si tratta di una vera festa che ha inizio, appunto, al mattino.

    Rispettate tale usanza, sarebbe un vero peccato non trascorrere questi preziosi momenti con i piccoli di casa. A dispetto di ciò che si può pensare, infatti, non è difficile da realizzare e vi darà grandi soddisfazioni.

    VAI ALLA RICETTA

    Frittata di carciofi

    Frittata di carciofi

    La parte che riguarda le ricette salate da portare in tavola a Roma per la tradizionale colazione è molto ricca.

    Prevede piatti che è strano immaginare di mangiare la mattina presto.

    Ogni famiglia ha le proprie tradizioni: in alcune case troverete, ad esempio, la frittata di carciofi. Per realizzarla, assicuratevi di avere ortaggi e verdure rigorosamente freschi.

    Preparazione semplice ma gustosa che si presta, perché no, anche alla tradizionale scampagnata di Pasquetta.

    VAI ALLA RICETTA

    Coratella con i carciofi

    coratella con i carciofi

    Tra gli alimenti pasquali, i carciofi rimangono un must della tradizione della colazione romana: sono i protagonisti di un piatto classico, la coratella con i carciofi, apprezzatissima dai romani anche al mattino.

    Il piatto può essere servito anche in qualsiasi altra occasione, ed essere proposto come un secondo rustico.

    Procuratevi della carne d’agnello fresca e dei carciofi già puliti, per velocizzarne la realizzazione. Il tocco in più? Una bella spolverata di prezzemolo e un giro di pepe in grani.

    Photo by Life…Italian Style / CC BY

    VAI ALLA RICETTA

    Salame e uova sode

    salame e uova sode

    I grandi protagonisti della tavola pasquale romana – e non – sono i salumi e, ovviamente, le uova sode.

    Questi vengono abbinati in una pietanza che, come è facile dedurre dal suo nome, rappresenta un antipasto tipico. E’ conosciuto anche come la fellata di Pasqua.

    Il piatto può essere arricchito con del formaggio, per ottenere una portata ancora più appagante; servite con fette di pane caldo o abbrustolito, per una vera colazione dei campioni.

    Photo by Daniele Muscetta / CC BY

    VAI ALLA RICETTA

    Pizza di Pasqua

    pizza umbra di pasqua1

    Non mancano, poi, sia torte salate per tutti i gusti da preparare secondo le preferenze della famiglia che la corallina, ovvero un particolare tipo di salume da mangiare insieme alla famosa pizza di Pasqua.

    Da servire tagliata a fette spesse insieme ai formaggi ed agli insaccati, la pizza di Pasqua è una torta salata lievitata ricca di gusto per via dei formaggi presenti all’interno del suo impasto.

    Viene cotta all’interno di stampi tradizionali che si chiamano tielle; tipica più della zona umbra che di quella laziale, è comunque una preparazione tipica del centro-Italia, che non può assolutamente mancare a Pasqua a colazione.

    Photo by Orarossa / CC BY

    VAI ALLA RICETTA