9 alimenti che non andrebbero mai aggiunti all’insalata

Alcuni ingredienti apparentemente innocui, sono in realtà delle mine vaganti pronte ad insediare la nostra forma fisica. Con le loro calorie inaspettate possono rendere le comuni e rassicuranti insalate, delle pietanze appaganti tanto quanto un primo piatto di pasta ben condito. Ecco alcuni tra gli ingredienti da evitare o da consumare con moderazione

da , il

    Insalata
    Foto Di Nitr / Shutterstock.com

    Ecco 9 alimenti che non andrebbero mai aggiunti all’insalata: sapete il motivo? Non perché non siano salutari, ma per il loro contenuto calorico, pronto a trasformare una innocua insalata, contorno light per eccellenza, in un piatto pieno di insidie, almeno gastronomicamente parlando.

    Gli ingredienti base di una insalata mista dovrebbero essere semplici, appartenere al mondo vegetale e, magari, anche di stagione. Nulla vieta di cimentarsi nelle ricette di insalate sfiziose per renderle un tantino più appetibili, specie se si è a dieta e si ha voglia di qualcosa di gustoso: basta unire degli ingredienti diversi dalla comune lattuga o dai soliti pomodori puntando, magari, sul contrasto tra le consistenze o i sapori.

    L’importante è, però, non lasciarsi ingannare dagli alimenti che seguono che, seppur apparentemente inoffensivi, possono far salire vertiginosamente il numero delle calorie. Ecco quali sono.

    Crostini

    Crostini
    Foto Di Marian Weyo / Shutterstock.com

    Regalano un tocco di croccantezza non indifferente e possono costituire la dose di carboidrati necessaria in un pasto completo ma, essendo fritti, non sono esattamente salutari e, men che meno, light. 100 gr contengono più di 400 calorie, meglio il pane – magari integrale – a questo punto.

    Dressing cremosi

    Dressing cremosi
    Foto Di Richard Podgurski Jr / Shutterstock.com

    I dressing, ovvero quelle salsine cremose che tanto ci piace aggiungere alle insalate, costituiscono una fonte di grassi non indifferente. Con i loro colori candidi e la loro consistenza irresistibile rendono le nostre insalate sì più invitanti, ma anche meno salutari. Sostituiteli con dello yogurt greco magro.

    Frutta secca

    Frutta secca
    Foto Di Di Julia Sudnitskaya / Shutterstock.com

    Le calorie della frutta secca oscillano tra le 500 e le 600 per 100 grammi. Se è vero che tutti i nutrizionisti consigliano di mangiarne una piccola dose al giorno, volendola unire all’insalata si rischia di esagerare. Aggiungetela, ma senza strafare ed evitando arachidi e noci del Brasile.

    Pancetta

    Bacon
    Foto Di nelea33 / Shutterstock.com

    Alcune insalate prevedono, tra le aggiunte, della pancetta rosolata tagliata a cubetti. Ebbene, evitatela così come parecchi tra gli insaccati come il prosciutto crudo o il salame, ad esempio. Anche questi non fanno che far aumentare calorie, grassi e sale. Sostituiteli, magari, con poche scaglie di grana.

    Mais

    Mais
    Foto Di Africa Studio / Shutterstock.com

    Quanto ci piace il mais in scatola? Con la sua dolcezza non fa che invogliarci all’assaggio. Date le sue piccole dimensioni può ingannare l’occhio, ma non il nostro metabolismo. Se avete intenzione di trasformare la vostra insalata in un primo ben venga, altrimenti evitatelo, o usate in sua vece pochi legumi.

    Ingredienti fritti

    cipolle fritte
    Foto Di MAHATHIR MOHD YASIN / Shutterstock.com

    Se la tentazione di rendere l’insalata più allettante vi porta all’aggiunta di cipolle o altro genere di ingrediente fritto, desistete dalla vostra intenzione. A questo punto meglio unire cipolle, carote o broccoli crudi, l’effetto croccante sarà comunque assicurato.

    Frutta disidratata

    Frutta disidratata
    Foto Di Dream79 / Shutterstock.com

    Spesso al supermercato troviamo racchiusi, in comodi barattolini di plastica già pronti all’uso, degli ingredienti da unire a lattuga, radicchio & Co. Tra questi c’è la frutta disidratata che, rispetto a quella fresca, contiene un numero maggiore di zuccheri e di calorie. Anche in questo caso, meglio mele o pere a cubetti.

    Semi oleosi

    Semi oleosi
    Foto Di Bluskystudio / Shutterstock.com

    A vederli così microscopici nei loro sacchettini non si direbbe, ma un mix di semi oleosi – sebbene importanti siano i benefici per la nostra salute ad essi legati – contiene 550 calorie circa per 100 gr. Ora, è vero che ne vanno unite piccole dosi, ma spesso ci sfuggono di mano. Da utilizzare consapevolmente.

    Salse senza grassi

    Dressing senza grassi
    Foto Di Gregory Johnston / Shutterstock.com

    In commercio esiste una serie di salse senza grassi da aggiungere alle insalate. Ebbene, il fatto che siano state alleggerite, non vuol dire che siano più sane. Spesso, per donare gusto, le aziende sono solite aggiungere sale ed altri additivi per nulla naturali. A questo punto meglio un cucchiaino di pesto.