Speciale Spezie: piccolo glossario

Spesso nelle ricette troviamo dei nomi di spezie che non conosciamo, o al supermercato ci imbattiamo in barattoli con misteriosi nomi: qui un piccolo glossario per sapere qualcosa di più, soprattutto per le preparazioni con il curry.

da , il

    Spesso leggiamo nelle ricette alcuni nomi di spezie di ciu però non conosciamo le caratteristiche: quindi ecco un piccolo dizionario di quelle più usate soprattutto nella preparazione dei curry, così di moda oggi.

    Chiodi di garofano

    Utilizzato sia intero che in polvere, ha un profumo intenso per la presenza dell’eugenolo, un olio essenziale. Quindi va sempre usato con moderazione.

    Cardamomo

    Si trova sotto forma di piccoli baccelli verdi contenenti dei minuscoli semi scuri ed hanno un aroma simile a quello del limone; quelli più grandi, marroni, hanno un sapore più forte ma sono meno profumati.

    Chilli

    Sono peperoncini verdi e rossi molto piccanti, che si tagliano a fettina prima di essere agigunti al cibo. Se si vuole un sapore meno forte bisogna eliminare i semi. Quelli secchi sono ancora più piccanti. La polvere di chilli fresca ha un colore arancio-rossastro, con un sapore simile al pepedi Cayenna.

    Cannella

    I bastoncini vengono messi ad essiccare dopo essere stati staccati dalla corteccia dell’albero. Si usano per aggiungere profumo ai piatti di carne e riso.

    Zafferano

    I fili sono gli stimmi di croco essiccati; da questi si ricava la costosissima polvere,da usare in dosi piccolissime per esaltare colore e sapore delle pietanze.

    Coriandolo

    I semi sono di colore beige e hanno un aroma fresco boschivo e si usano interi o macinati. E’un importante ingrediente aromatico.

    Turmeric

    E’ una polvere color giallo brillante che si usa per profumare i cibi e per aggiungere colore ai piatti di verdura, riso e pollo.

    Senape

    Detta anche mostarda, esiste la varietà gialla e quella rosso-bruna; i semi danno un gradevole aroma ai cibi ai quali vengono aggiunti.

    Cumino

    i semi possono essere usati interi o macinati e ne esistono due tipi: marrone chiaro e marrone scuro, che sono più piccoli.