Sanremo 2014, i cantanti in gara e le ricette che li rappresentano [FOTO]

La kermesse musicale di Sanremo è iniziata, scoprite insieme a noi con quale piatto è possibile identificare tutti gli artisti in gara quest'anno

da , il

    Scopriamo quali sono i cantanti in gara e le ricette che li rappresentano! A pochi giorni dall’inizio di Sanremo, anche noi vogliamo fare i nostri pronostici, non in materia di canzoni (non è il nostro mestiere!), ma bensì in campo culinario. Se Raffaella Carrà è facilmente associabile a qualunque piatto della tradizione emiliana, quali sono i piatti che meglio rappresentano gli stili e le canzoni dei cantanti in gara? Divertitevi insieme a noi a scoprire questo strano abbinamento, chissà se quello più riuscito sarà rappresentativo per decretare il vincitore di quest’anno!

    Anche quest’anno il toto-sanremo coinvolge grandi critici musicali, appassionati e ovviamente noi buongustai che abbiamo giocato un po’ con le ricette individuando quella più adatta per ogni cantante! Sinuosa, femminile e bellissima anche con qualche chilo in meno, la pietanza ideale per rappresentare Arisa è sicuramente quella composta dai rotolini patate e speck. Questo delizioso secondo croccante all’esterno, racchiude un cuore morbido proprio come la voce della cantante, nascosta ma di certo molto potente! Antonella Ruggiero, regina del palcoscenico e donna di immensa classe, potrebbe essere perfettamente abbinata a un piatto di gnocchetti al tartufo nero, ricetta elegante in grado di non essere mai pesante, proprio come lei! Più giovane e dinamica la stravagante Noemi in grado di stupire sempre tutti con i suoi look e con la sua voce. Per lei una ricetta semplice e leggera, che ricorda la sua voglia di vivere: ravanelli ripieni per esplorare da un punto di vista diverso il rosso intenso della sua capigliatura! La forza positiva di Giusy Ferreri si sposa perfettamente con il lato più dolce delle sue canzoni; questo binomio perfetto si risolve con delle buonissime tortine di cioccolato con mele e melograna, un mix perfetto che unisce il gusto dolce delle mele con quello aspro del melograno.

    Unico gruppo in gara, i Perturbazione con le loro canzoni esprimono tutte le sfaccettature di ogni singolo cantante. Proprio come i diversi petali di un fiore, la ricetta più adatta a loro sono i carciofi alla giudia: unione perfetta di sapori diversi in grado di far raggiungere un unico gusto.

    A volte è difficile sfuggire dalla definizione di “figlio di…” ma Cristiano De Andrè lo ha sempre fatto nel migliore dei modi, in tutte le sue canzoni e perfino nel reinterpretare i capolavori del padre. Per questo motivo abbiamo scelto di dedicargli una ricetta tipica ligure, quasi una pietanza d’appartenenza, in grado di sottolineare il suo essere genovese senza cadere nei cliché. Quale piatto più indicato se non le lasagne al pesto? Buonissime!

    Iniziare una carriera in solitaria dopo essere stato il leader di un grande gruppo è sicuramente un’esperienza importante per un musicista. Francesco Sarcina lo sa bene e continua la sua ascesa anche da solista con due brani che evidenziano il suo “amore per l’amore”. Il piatto che scegliamo per lui è quindi il coniglio alla cacciatora, selvatico ed accattivante proprio come il cantante! Destino simile per Francesco Renga, che essendosi consacrato da tempo ex-Timoria, torna a Sanremo dopo anni di silenzio. Per lui abbiamo scelto un piatto etnico, dai colori scuri che ricordano il suo fascino:riso venere con salsa di gorgonzola, un connubio perfetto!

    Antico padre di uno dei generi musicali più in voga del momento, Frankie Hi – Energy stupisce il pubblico sanremese con canzoni ritmate e piene di significati nascosti. Simbolo di una cultura nata in strada, il piatto che rappresenta nel migliore dei modi questo cantante è sicuramente la pizza al salame, salsiccia, prosciutto e funghi, ricca e gustosa proprio come i testi dell’artista.

    Eclettico e fuori da ogni schema, Giuliano Palma si identifica perfettamente con la crema di more con noci e amaretti, un mix perfetto tra la dolcezza delle more, la forza delle noci e il sapore particolare degli amaretti, gli stessi ingredienti che è possibile trovare nel sound del cantante!

    Si esibiscono con il pianoforte, amano l’aria triste e romantica del jazz e con le loro canzoni esprimono un’eleganza particolare e mai noiosa, Raphael Gualazzi e Renzo Rubino si identificano rispettivamente con le pappardelle ai funghi e con le scaloppine al vino rosso e alloro, due piatti dai sapori così forti da risultare comunque molto delicati.

    Ultimi ma non ultimi Riccardo Sinigallia e Ron uniti da un romanticismo sfrenato reso molto evidente nelle loro canzoni. Per il primo artista abbiamo scelto i biscotti alla pasta frolla, un dessert speciale per finire in bontà una cena; per il secondo i biscotti al limone che con il loro profumo ricordano le atmosfere raccontate nei testi di Ron.