Frittelle di Carnevale: la ricetta e i trucchi per farle buonissime

Tra i dolci di Carnevale tipici italiani e non, le frittelle sono tra le più apprezzate. Come potrebbe essere altrimenti data la loro consistenza croccante fuori e morbida dentro? Ecco una ricetta facile e veloce da preparare in casa e personalizzare secondo i propri gusti oltre che i consigli utili per andare sul sicuro, ad iniziare dagli ingredienti per finire con la frittura

da , il

    Preparare le frittelle di Carnevale con la ricetta e i trucchi per farle buonissime diventa un gioco da ragazzi seguendo le dritte che trovate di seguito. Se i dolci carnevaleschi della tradizione italiana sono tantissimi, le frittelle di Carnevale dolci, semplici e veloci, sono tra le più apprezzate. Realizzarle in casa è un’operazione nella quale tutti possono cimentarsi: sarebbe un peccato privarsene in vista della festa più divertente dell’anno.

    Il bello di queste piccole e deliziose palline sta nella loro versatilità: possono essere arricchite o farcite in base ai gusti ed alle esigenze di tutti. Se le frittelle di Carnevale ripiene alla crema rimangono un must, anche quelle sarde, fatte con il ferro, sono apprezzate anche nel resto della penisola.

    La ricetta delle frittelle di Carnevale che trovate sotto è una sorta di base dalla quale partire per ottenere tutte le possibili varianti. I bambini, ad esempio, preferiranno di gran lunga quelle al cioccolato alle frittelle con l’uvetta. Il Carnevale ci permette davvero di esagerare prima della Quaresima: preparatele tutte senza sensi di colpa.

    In vista dell’arrivo della festa quali dolci di Carnevale tipici preparerete? Avete delle ricette tradizionali o vi piace sperimentare? Se siete propensi per delle frittelle morbide ed intriganti ecco dei suggerimenti utili per ottenere un ottimo risultato, dalla scelta del lievito ai segreti che si celano dietro una frittura impeccabile.

    Ricetta delle frittelle di Carnevale

    Frittelle di Carnevale vassoio

    Ingredienti

    • 330 gr di farina circa
    • 3 uova
    • 125 gr di zucchero
    • 120 gr di burro (o olio)
    • scorza di limone grattugiata
    • 1 bustina di lievito
    • 1 cucchiaio di liquore
    • 200 ml di latte circa
    • olio per friggere

    Preparazione

    1. Versate in una ciotola capiente le uova, lo zucchero, la scorza grattugiata del limone, il lievito, il liquore ed il burro morbido.
    2. Iniziate a mescolare con un cucchiaio fino ad ottenere un impasto piuttosto liquido.
    3. Adesso iniziate ad aggiungere la farina, poco alla volta e man mano che viene assorbita dall’impasto. L’impasto dovrà comunque rimanere appiccicoso, quindi non eccedete con la farina.
    4. Fate scaldare l’olio in un tegame dai bordi alti, quindi iniziate ad aggiungere delle piccole porzioni di impasto con l’aiuto di due cucchiai.
    5. Fatele friggere fino a quando risulteranno gonfie e dorate, scolatele ed appoggiatele su un piatto rivestito di carta assorbente.
    6. Spolveratele di zucchero a velo e servite.

    Ingredienti delle frittelle di Carnevale

    frittelle di Carnevale ingredienti

    Che siano dolci o salate, gli ingredienti delle frittelle di Carnevale, almeno quelli base, sono comuni e facilmente reperibili in ogni cucina: farina, acqua, uova e lievito sono i componenti essenziali, insieme all’olio per friggerle (o allo strutto).

    Il lievito è l’ingrediente discriminante tra la preparazione del dolce e del salato: generalmente il lievito di birra, fresco o secco, è preferibile per quelle salate il cui impasto deve diventare bello gonfio ed elastico, come per la vera pizza napoletana. Anche il lievito istantaneo è molto utilizzato, ma è sempre meno naturale del primo.

    Come friggere le frittelle di Carnevale

    friggere frittelle di Carnevale

    Per ottenere delle ottime frittelle la cosa più importante è scegliere il grasso adatto da usare per friggere. L’olio d’oliva extra vergine ha le caratteristiche migliori perchè regge bene le alte temperature, ma in molti casi è troppo aromatico ed è anche il più costoso. Può quindi essere consigliabile utilizzare l’olio d’oliva non extra vergine e, mai e poi mai, riciclare un olio già utilizzato in precedenza per evitare problemi di salute.

    Olio o strutto? Il dilemma che riguarda la scelta del “grasso” per la frittura è sempre vivo. L’olio di semi di arachidi o di semi di girasole sono quelli da preferire, stando però attenti ad evitare quelli di semi vari, in quanto subiscono raffinazioni chimiche e spesso presentano grassi idrogenati di natura sconosciuta. Il sapore dell’olio di semi è più neutro rispetto a quello che l’olio di oliva lascia nel corso della frittura, ed inoltre è più economico. Evitate anche quelli che vengono venduti come “olio per friggere” perchè a volte non si tratta altro che di misture di grassi idrogenati. A chi inorridisce al pensiero di utilizzare lo strutto, vogliamo confermare che il grasso di maiale è il migliore: non lascia le frittelle unte, e fa ottenere una gustosa e croccante crosta. Se il problema è quello della dieta, pensate che il Carnevale ricorre solo una volta l’anno!

    Molti si chiedono come fare a capire quando l’olio è pronto per friggere. Da tale fattore dipende, infatti, la cottura impeccabile di tali dolci, e spesso rappresenta il motivo per il quale le frittelle assorbono olio.

    Ottenere delle frittelle non unte è il sogno di tutti. Ed allora, una volta accesa la fiamma, mantenetela media ma non fate “fumare” l’olio. Non dovrà essere super bollente. Effettuate una prova immergendo un pezzettino di pane. Se inizia a sfrigolare l’olio è pronto. In via del tutto generale si può affermare che la temperatura dell’olio per friggere le frittelle si deve aggirare intorno ai 180 °C.

    Come conservare le frittelle di Carnevale

    frittelle di Carnevale conservazione

    Conservare le frittelle di Carnevale non è impossibile, anzi. Il nodo della questione sta nel fatto che, come tutte le preparazioni fritte, andrebbero mangiate subito per poterne apprezzare al meglio la fragranza.

    Ciò premesso, potete introdurle all’interno un contenitore ermetico per uno o due giorni. E’ possibile scaldare prima di mangiarle per poter recuperare, almeno in parte, la consistenza originaria.

    Come fare le frittelle di Carnevale al forno

    frittelle carnevale al forno

    Inutile girarci intorno: le frittelle, per definizione, vanno cotte in padella in olio caldo. Tuttavia, nel caso in cui abbiate il desiderio di farle al forno, non dovrete fare altro che posizionare piccole porzioni di impasto, ben distanziate, all’interno di una teglia rivestita di carta forno, quindi farle cuocere a 180 °C per circa 15 minuti.