Quinoa: come si cucina?

A differenza di quanto si pensi, la quinoa non è un cereale ma una pianta erbacea. Coltivata già 5000 anni fa dagli Inca, ha antiche origini. Oggi rappresenta uno degli alimenti più apprezzati per via delle sue proprietà nutritive, e più utilizzati dai sostenitori di un'alimentazione sana. E' naturalmente priva di glutine e ricca di proteine vegetali: ecco tutti i consigli su come cucinarla al meglio

da , il

    quinoa padella

    Come si cucina la quinoa ed in quali ricette utilizzarla? La domanda è più che lecita di fronte ad un alimento piuttosto “insolito” per noi, se paragonato a pasta, riso & Co. Eppure le sue origini sono antichissime: si ritiene fosse già coltivata dagli Inca 5000 anni fa.

    A differenza di quanto si possa pensare, la quinoa è una pianta erbacea, e non un cereale, ed appartiene alla stessa famiglia degli spinaci.

    I valori nutrizionali della quinoa, che è particolarmente amata da vegani e vegetariani, la rendono un alimento sano e perfetto per una dieta bilanciata. E’ ricca di proteine vegetali e priva di glutine caratteristica, questa, che fa sì che sia consentita nell’ambito dell’alimentazione dei celiaci. Ha un buon contenuto di ferro, magnesio, potassio e zinco ed è fonte di calcio

    Come si cuoce la quinoa

    quinoa pentola

    Prima di passare alle ricette, è bene sapere come si cucina e qual è la cottura di base della quinoa. Il procedimento, infatti, differisce sia da quello della pasta che della maggior parte dei cereali, categoria nella quale spesso si fa rientrare pur non essendolo.

    Operazione preliminare consiste nel lavarla bene con dell’acqua corrente fredda a lungo per eliminare gli eventuali detriti presenti oltre che la saponina, la sostanza alla quale si deve il suo sapore amarognolo. Una volta ben scolata, poi, deve essere tostata. Versate in un pentolino capiente dell’olio ed unite la quinoa. Fatela cuocere per circa 2 minuti mescolandola spesso, quindi spegnete la fiamma. Questa operazione permette all’aroma di nocciola caratteristico di sprigionarsi al meglio.

    A questo punto è pronta per essere lessata: buttatela in una pentola piena di acqua bollente e fatela cuocere per i minuti indicati sulla sua confezione. Calcolate 450 ml di acqua circa per 150 gr di quinoa. Il tempo di cottura previsto è di 15 minuti, non eccedete se non volete ritrovarvi nel piatto una pappa informe.

    Una volta cotta, la quinoa va scolata benissimo per evitare che trattenga dell’acqua in eccesso la quale andrebbe a compromettere il risultato delle vostre preparazioni. Se intendete mangiarla subito dopo la cottura, attendete almeno 15 minuti prima di portarla in tavola.

    Varietà della quinoa

    quinoa bianca

    Della quinoa esistono numerose varietà. Le più comuni e conosciute, tuttavia, sono solo tre: la bianca, la rossa e la nera.

    Se siete al primo approccio con tale alimento, è bene sapere che quella bianca è caratterizzata da un sapore più delicato, mentre le altre due hanno un gusto più deciso e sono contraddistinte da un sentore di nocciola.

    Un cenno merita la quinoa Real, che ha origine in Bolivia ed è una delle migliori. Ha un sapore più dolce rispetto alle altre.

    Come condire la quinoa

    quinoa verdure

    La quinoa può essere condita, di base, con il tradizionale olio extra vergine di oliva unitamente a del sale e del pepe. Nulla vieta, ovviamente, di aggiungere delle spezie a piacere come il curry e la curcuma, o le classiche erbe aromatiche, ad iniziare dal prezzemolo.

    Ciò premesso, la quinoa si presta a tutta una serie di accompagnamenti deliziosi, ad iniziare dalle verdure. Provate le ricette dell’insalata di quinoa con zucchine o con peperoni, oppure la quinoa con i legumi, tra i quali le lenticchie ed i ceci.

    Tra le più gustose ci sono il taboulè di quinoa, piatto fresco e versatile, l’insalata di quinoa e tonno, gustosa ed invitante, e le le polpette di quinoa, perfette per il secondo.

    Come usare la quinoa

    sformato quinoa

    E’ possibile usarla in diverse preparazioni che spaziano dai primi ai secondi piatti. E’ ottima, ad esempio, nelle minestre o nelle zuppe.

    Si presta anche alla realizzazione dei burger e delle polpette, oltre che delle cotolette vegetali. Si abbina bene all’amaranto.

    Non dimentichiamo i dolci: può rappresentare la base per dei biscotti deliziosi, o per dei budini cremosi realizzati anche con il latte vegetale, per andare incontro alle esigenze dei vegani.

    La quinoa è naturalmente priva di glutine e indicata per i celiaci in sostituzione della pasta o del pane.

    Come si cucina la quinoa in scatola

    quinoa in scatola

    Avete acquistato della quinoa in scatola e non sapete come procedere? Niente paura: non ha bisogno di cottura quindi non dovrete fare altro che aprire la confezione ed utilizzarla subito.

    Se avanzata potrete tranquillamente porla in frigo all’interno di un contenitore a chiusura ermetica. Tenetela al massimo per un paio di giorni, ma non di più.

    Qualche spunto? Versatela in una insalatiera ed unite della zucca arrostita a cubetti, della feta e tanto curry.

    Quinoa soffiata fatta in casa

    quinoa soffiata

    Un cenno merita la quinoa soffiata, che può essere utilizzata in numerose ricette. Può essere unita alle zuppe o alle insalate ma trova il suo impiego ideale nel latte a colazione o come aggiunta allo yogurt.

    Farla in casa è molto semplice: dopo averla sciacquata e fatta completamente asciugare in forno caldo, trasferitela in una padella con il coperchio e fatela cuocere come fareste per i pop corn: sentirete degli scoppiettii provenire dalla padella mentre si gonfierà diventando leggera.

    Speciale Natale