Prodotti tipici: la mostardella

La mostardella è un salume tipico di Genova, o meglio dell’entroterra genovese

da , il

    La mostardella è un salume tipico di Genova, o meglio dell’entroterra genovese. Originariamente era un salume povero, fatto con gli scarti di manzo e di maiale, ora invece viene fatto con ingredienti selezionati

    La mostardella viene preparata con carne di manzo e grasso di maiale di buona qualità, aromatizzato con sale e spezie, e viene consumata fresca. È un salume a metà tra il salame e la salsiccia, visto che si mangia sia crudo, tagliato a fette spesse, sia cotto (originariamente si cuoceva, visto che la carne usata per prepararla non era molto tenera).

    Tra le più gustose mostardelle ricordiamo quelle di Vobbia, di Orero e di Sant’Olcese (tutti paesi in provincia di Genova), ma se ne trovano di buone anche prodotte da macellai, sopratutto da quelli specializzati in carne di maiale, superba quella del macellaio di Langasco.

    Se volete cuocere la mostardella fate così. Tagliatela a fette, e mettetela in un tegamino senza alcun condimento. Cuocetela qualche minuto per lato, e poi bagnatela con il vino bianco, fate evaporare e servite. Se preferite una cottura più leggera, mettete le fette di mostardella in un contenitore adatto per il microonde con un dito di vino bianco, e cucoetela qualche minuto a media potenza. Nei tempi passati, si cuoceva semplicemente mettendo le fette sul coperchio della stufa a legna.

    La mostardella servita calda era la colazione tradizionale del giorno di Natale, ma oggi potrebbe essere un ottimo antipasto, oppure uno stuzzichino per accompagnare l’aperitivo.

    Foto da GIeGI

    Speciale Natale