Pranzo di Natale senza stress: prepara tutto in anticipo

Hai già pensato al menù di Natale? Preparare tutto in anticipo è un ottimo escamotage per mettere in tavola un prelibatissimo pranzo di Natale senza stress. Sono tante le ricette natalizie che possiamo cucinare diversi giorni prima e poi congelare, per averle pronte all’uso nel momento del bisogno senza dover preparare tutto all'ultimo minuto

da , il

    Per preparare un pranzo di Natale senza stress seguite i nostri consigli e vedrete che non sarà difficile decidere un ottimo menù natalizio, sia a base di pesce che di carne, organizzare tutto e cucinarlo senza problemi. Cercate di preparare in anticipo tutte le ricette di Natale, in modo da lasciare solo gli ultimi tocchi per la mattina del giorno di festa e arrivare al momento del pranzo rilassati e pronti ad intrattenere gli ospiti. Tante ricette per il pranzo di Natale possono essere cucinate anche diversi giorni prima e poi congelate. Il sapore resta super ma lo stress si riduce ai minimi storici!

    Preparare il pranzo di Natale: le fasi iniziali

    tavola pranzo di natale
    Di Denis Tabler/Shutterstock.com

    Innanzitutto è bene stabilire dal principio il numero dei commensali che parteciperanno al pranzo e successivamente decidere quale sarà il menù di Natale da proporre. Si può attingere sia dalla tradizione regionale, oppure reinventare qualche piatto classico aiutandosi con la fantasia. L’importante è cominciare a pensarci con largo anticipo, non è mai troppo presto per scatenare l’estro creativo.

    Pensate al menù scrivendo poi tutti gli ingredienti necessari alla sua realizzazione e compilate accuratamente la lista della spesa. Potete comprare con largo anticipo gli alimenti non deperibili come ad esempio farina, spezie, frutta secca e bevande, scegliendo accuratamente sia il vino da bere durante il pasto, che lo spumante da sorseggiare per il brindisi finale. Ricordatevi che alcune ricette natalizie possono essere preparate persino qualche settimana prima e poi congelate, per essere poi scongelate il giorno prima del grande giorno. Perché non sfruttare la comodità di un pranzo di Natale da congelare?

    I generi deperibili come pesce, carne, frutta e verdura non possono invece essere comprati con troppo anticipo, ma prima li prenoterete dai vostri negozianti di fiducia, meglio sarà! Sarete così sicuri di non dimenticarvi nulla e di avere tutto a disposizione nel momento in cui vi servirà.

    Decidete anche quale tovaglia, piatti, bicchieri e posate userete, e controllate che siano in ordine. Anche l’occhio vuole la sua parte e non c’è pranzo di Natale che si rispetti senza le classiche decorazioni: chi può fare a meno di un bel centrotavola con le candele o le pigne? E dei tovaglioli in coordinato con il resto della tavola? Per non lasciare nulla al caso è bene organizzarsi per tempo e scegliere accuratamente ogni piccolo particolare che comparirà sulla tavola.

    Antipasti per il pranzo di Natale da preparare in anticipo

    vol au vent antipasti per natale
    Foto Di Zerbor/Shutterstock.com

    Gli antipasti per il pranzo di Natale possono essere preparati anche qualche giorno prima, lasciando solo poche cose da fare al momento di servirli.

    I vol-au-vent sono ad esempio un’ottima idea di antipasto per questa ricorrenza. Potete preparare i piccoli contenitori di pasta sfoglia con ampio anticipo per poi congelarli. In base a come deciderete di farcirli, potrete già completarli prima e mettere tutto in freezer, ad esempio se il ripieno sarà a base di formaggio come nei vol-au-vent ai funghi o in alternativa i vol-au-vent con pere e formaggio.

    Altrimenti preparate solo i “cestini” e aggiungete il ripieno solo il giorno prima se decidete di completarli con alimenti poco adatti a passare dal congelatore come ad esempio nei vol-au-vent alla mousse di pesce o i vol-au-vent al tartufo. Basterà poi farcirli e passarli in forno al momento di servirli.

    Altre gustose ricette per l’antipasto del pranzo di Natale da preparare con qualche giorno di anticipo sono la mousse di mortadella e/o la mousse di tonno da servire con dei crostini, il capitone marinato ed il salmone marinato casalingo, molto più economico e salutare di tanti salmoni affumicati che trovate in commercio.

    Per quanto riguarda salumi e formaggi, alcuni tipi possono essere acquistati con ampio anticipo. Se disponete di un’affettatrice potete comprare pezzi interi di varie leccornie come prosciutto crudo, speck, pancetta e così via e conservarli in frigo (o in cantina per chi ne ha una adatta) per poi affettarli solo il giorno prima del pranzo.

    Primi piatti per il pranzo di Natale da preparare prima

    primi piatti pranzo di natale
    Foto Di stockcreations/Shutterstock.com

    Tre le ricette del menu di Natale, per i primi piatti prediligete quelli che possono essere preparati in precedenza e cotti in forno poco prima di servirli, e a questo punto avete solo l’imbarazzo della scelta. Questi primi natalizi possono anche essere surgelati e messi in forno direttamente appena tolti dal freezer: il risultato sarà ottimo.

    Potete fare ad esempio delle lasagne alla bolognese o delle lasagne al pesto con i frutti di mare o delle raffinate lasagne di crepes, oppure delle ricchissime lasagne con formaggio e funghi.

    Altrimenti vi suggeriamo dei cannelloni ai carciofi, o se avete deciso per un menu di pesce i cannelloni con gamberi e salmone.

    E se per voi senza tortellini non è Natale, vi consigliamo i tortellini in brodo: potete tranquillamente preparare i tortellini molti giorni prima e il brodo separatamente. Entrambi possono poi essere surgelati per essere poi utilizzati il giorno del pranzo di Natale. Altrimenti utilizzate i tortellini preparati per realizzare il pasticcio di tortellini: scongelateli il giorno prima, cuoceteli in acqua e assemblate il tutto.

    Nello stesso modo potete preparare anche gli agnolotti o dei ravioloni di pesce che si conservano per alcuni giorni in frigo o che potete tranquillamente congelare se li volete preparare prima.

    Secondi piatti per il pranzo di Natale

    secondi per il pranzo di natale
    Foto Di Timolina/Shutterstock.com

    Il secondo piatto natalizio deve essere importante, scenografico e saporito. La sua scelta influenza tutto il resto del menu, che sarà di carne o di pesce in base alla portata principale prescelta.

    Secondi piatti di carne per Natale

    Se preferite un menu di carne, tra le ricette per il pranzo di Natale che potete preparare in anticipo scegliete tra un classico arrosto di vitello con patate, il cappone ripieno, la galantina di cappone, la faraona arrosto, un esotico petto d’anatra agli agrumi o infine il tradizionale tacchino ripieno. Tutte pietanze che potrete preparare anche diversi giorni prima e poi congelare. Passati in forno riprenderanno subito gusto per essere portati in tavola caldi e fumanti.

    Secondi piatti di pesce per Natale

    Se preferite un menu di mare, vi suggeriamo il cappon magro, un classico della tradizione ligure che è un trionfo di pesci, frutti di mare e verdure che, sebbene molto laborioso, può essere preparate il giorno precedente, o altrimenti il salmone in bella vista, il baccalà fritto tipico del Sud, il capitone in agrodolce oppure uno sfizioso dentice agli agrumi. Purtroppo il pesce essendo un alimento facilmente deperibile non potrà essere preparato con moltissimo anticipo, ma potete portarvi avanti comprando prima gli ingredienti che si possono conservare più a lungo o congelare e poi completare la ricetta il giorno prima del grande pranzo.

    Contorni per il pranzo di Natale

    Come contorni prevedete delle insalate miste, ma realizzate con ingredienti speciali, come ad esempio l’insalata di arance e noci, l’insalata verde con la melagrana o l’insalata con pere e melagrana. Anche in questo caso potete comprare la frutta e l’insalata in cespi (che durano di più dell’insalata già divisa in foglie) per poi lavare e affettare tutto il giorno prima.

    Per chi invece non vuole rinunciare alle verdure neanche a Natale, da provare i carciofi con le patate, il cavolo rosso con le mele, o l’indivia belga gratinata: preparate queste ricette e congelatele senza problemi. Basterà una passata in forno e saranno pronte da mettere in tavola.

    Dolci per il pranzo di Natale

    dolci per il pranzo di natale
    Foto di etorres/Shutterstock.com

    Tutti i dolci di Natale tradizionali possono, o meglio devono, essere preparati qualche giorno prima, e ricordate che racchiusi in sacchetti di plastica per alimenti e congelati possono durare anche alcune settimane; quindi potete veramente preparare queste ricette per il pranzo di Natale con largo anticipo.

    Se amate il classico optate per il panettone o il pandoro, che potete realizzare in casa con le vostre mani per fare un figurone. Se invece preferite qualcosa di più originale, vi suggeriamo il pandolce genovese, reso speciale dai pinoli e dall’acqua di fiori d’arancio, e per chi non ama i canditi e l’uvetta c’è la versione con nocciole e gocce di cioccolato.

    Comunque ogni regione ha il suo dolce di Natale, e tra queste tantissime proposte golose vi suggeriamo il panforte di Siena, dall’inteso gusto speziato, il buccellato siciliano, il parrozzo abruzzese e la spongata emiliana. In questo caso ricordatevi che queste ricette di Natale non possono essere scongelate in forno e vanno quindi estratte dal congelatore almeno il mattino prima del pranzo affinché siano pronte ad essere gustate al momento giusto.