Maestro di cucina nazionale 2011? È Filippo La Mantia, chef del Majestic di Roma

Filippo La Mantia, chef del ristorante dell'hotel Majestic di Roma, è il maestro di cucina internazionale, premio assegnato nell'ambito XVII Premio Internazionale “Caterina de’ Medici”

da , il

    filippo la mantia chef majestic roma

    Il maestro di cucina nazionale 2011 è Filippo La Mantia, il cuoco palermitano titolare dell’omonimo ristorante a Roma, presso l’Hotel Majestic. La premiazione avverrà dal 30 gennaio al 1° febbraio, nell’ambito del XVII Premio Internazionale “Caterina de’ Medici”, premio biennale assegnato dal 1975 alla creatività e alla professionalità di italiani e stranieri nel settore dell’arte culinaria ed enologica.

    Arte culinaria e non semplicemente cucina. È di questo che tratta il Premio Internazionale “Caterina de’ Medici”, così intitolato perché fu la stessa Caterina ad esportare la cucina italiana del mondo. E dunque, l’artista della cucina di quest’anno è Filippo La Mantia, insignito del titolo di “Maestro di Cucina Nazionale”.

    Personaggi di spicco del mondo enogastronomico e ospiti d’eccellenza saranno presenti a Firenze e Arezzo, le due città toscane teatro della tre giorni di manifestazione.

    Le motivazioni del premio? Filippo La Mantia nell’omonimo ristorante presso il prestigioso hotel di Roma, è bravissimo ad allietare gli ospiti con piatti semplici e raffinati, legati alla tradizionale cucina siciliana con una interpretazione innovativa. Il cuoco elabora le pietanze inspirandosi ad una cucina sana, nutriente, stagionale, presentando le sue creazioni artistiche accompagnando il piacere del cibo con il calore di un’ambientazione che favorisce le relazioni, il relax e la conoscenza.

    E Filippo La Mantia ha così commentato l’assegnazione del premio: “Sono davvero onorato. Credo sia stato riconosciuto l’impegno che da sempre porto avanti per diffondere la cultura dei sapori italiani della cucina nazionale, attraverso ricette create con prodotti genuini e l’attenzione e massima cura nel mescolare ingredienti insoliti”.

    Speciale Natale