Latte e carne “clonati”? Il sì dagli USA

da , il

    latte

    La Food & Drug Administration statunitense ha detto sì alla commercializzazione di carne e latte provenienti da mucche e maiali clonati (senza neanche l’obbligo di scrivere sulle etichette degli alimenti da quale tipo di animali provengono).

    L’Efsa, l’Agenzia europea per la sicurezza alimentare, ha dimostrato e reso noto in una recente indagine commissionata dall’UE che non vi siano differenze significative tra il bestiame normale e quello clonato. Ma la sicurezza c’è????? I dubbi restano visto che il termine “differenze significative” lasciano spazio a molte interpretazioni e, principalmente che le “differenze” esistono che poi siano più o meno significative è ancora tutto da dimostrare. Intanto, gli Stati Uniti d’America hanno espresso pienamente il loro giudizio positivo. E l’Italia come si comporterà? Chiederà che venga indicato in etichetta che il latte proviene da animali clonati? Non ci resta che aspettare e sperare…