La spesa di stagione a gennaio

La spesa di stagione a gennaio
da in Alimentazione sana, Fare la spesa, Prodotti di Stagione
Ultimo aggiornamento: Martedì 05/01/2016 10:33

    La spesa di stagione a gennaio foto

    La spesa di stagione a gennaio prevede prodotti gustosi, freschi e genuini visto che con molta probabilità saranno coltivati all’aria aperta, e non in serra, e con un ridotto uso di sostanze chimiche. Inoltre questi prodotti sono in generale i più economici. Mangiare tanta frutta e verdura, soprattutto quella di stagione, è poi un modo per ritornare in forma dopo gli eccessi alimentari delle feste natalizie. Vediamo insieme qualche consiglio per scegliere i prodotti giusti da mettere nel carrello della vostra spesa di stagione in questo mese così freddo e uggioso. Foto di David Schiller

    Finocchio

    Il finocchio non può proprio mancare nel carrello della spesa di stagione a gennaio. È composto per il 90% di acqua, per l’1,3% da proteine e il 3% da fibre. Conosciuto fin dall’antichità per le sue proprietà aromatiche, il finocchio è molto indicato per chi ha difficoltà digestive, aerofagia, vomito e nell’allattamento per ridurre le coliche d’aria nei bambini. È inoltre diuretico, carminativo, antiemetico, antispasmodico e antinfiammatorio. Una dieta a base di finocchio è ideale per tornare in forma dopo i numerosi pasti e le corpose cene natalizie. VAI ALLA RICETTA Foto di Memo52foto

    Rape

    La rapa contiene vitamina C, fosforo, fibre, vitamina B6, calcio, manganese, potassio e indoli. In questo periodo dell’anno, le rape sono più tenere e gustose. Una dieta a base di rape è ideale per tornare in forma e perdere qualche chilo dopo gli abbondanti pasti e le numerose cene natalizie. VAI ALLA RICETTA Foto di Fabrizio Testasecca

    Cavolfiore

    Il cavolfiore è una varietà di Brassica oleracea dalle caratteristiche anti-aging, antiossidanti e anti-tumorali poiché è ricco di vitamina C, potassio e fibre. E’ molto consigliato per purificare e ripristinare la funzionalità intestinale ed epatica dopo periodi di cattiva alimentazione. E’ ideale in cucina per contorni e primi piatti. Avete mai preparato un contorno di cavolfiore gratinato? No, cliccate qui sotto per scoprire questa e altre ricette con il cavolfiore! VAI ALLA RICETTA Foto di Luigi Strano

    Cicoria

    La cicoria è una pianta erbacea appartenente alla famiglia Asteraceae. Ha proprietà depurativa, disintossicante, diuretica ed è leggermente lassativa. Una verdura invernale che è molto utile per il fegato in quanto ne migliora le funzioni. Si possono preparare tante insalate o squisite pietanze con le cicorie. Qualche esempio? Le fave con le cicorie! Uno dei piatti tipici dell’arte culinaria pugliese. Cliccate qui sotto per questa e altre ricette con la cicoria. VAI ALLA RICETTA Foto di Gianna Elena

    Barbabietola rossa

    La barbabietola rossa è una pianta appartenente alla famiglia Chenopodiaceae che è ricca di zuccheri, sali minerali e vitamine. Ha proprietà dietetiche e salutari poiché assorbe le tossine dalle cellule e ne facilita l’eliminazione. E’ molto indicata per un’alimentazione sana poiché è depurativa, mineralizzante, antisettica e ricostituente. Tra le ricette che potete preparare, vi consigliamo la zuppa di barbabietole! VAI ALLA RICETTA Foto di Skanska Matupplevelser

    Mandarino

    Il mandarino è uno dei tre agrumi originali del genere Citrus assieme al cedro e al pomelo. Dei tre è l’unico frutto dolce. Il mandarino ha notevoli proprietà terapeutiche poiché è ricco di vitamina C, fibre, carotene, ferro, magnesio e acido folico. I mandarini hanno un profumo agrodolce e aromatico. Sono consumati come frutta fresca o lavorati nella produzione di marmellate e frutta candita. VAI ALLA RICETTA Foto di Andrea Passoni

    Arancia

    Un altro tipico frutto invernale è l’arancia. Questo agrume è molto apprezzato per via delle sue numerose proprietà benefiche: favorisce la digestione, è antiossidante, depura l’organismo, stimola l’attività cerebrale, allevia i dolori dello stomaco. Le arance sono ricche di vitamine soprattutto la C e la A, ma anche una larga parte di quelle del gruppo B. VAI ALLA RICETTA Foto di Paolo Marannino

    Mandarancio

    Il mandarancio è un agrume ibrido tra il mandarino e l’arancia. Esistono diverse varietà, ma in Italia la più conosciuta è la clementina. E’ ricco di vitamina C, che è molto utile al nostro organismo soprattutto in questo periodo per affrontare e combattere i raffreddori stagionali. Il loro apporto calorico è pari a 53 kcal per 100 grammi. Con questo agrume si possono realizzare diverse ricette, tra cui l’insalata di finocchi e mandaranci. VAI ALLA RICETTA Foto di Massimo Francesconi

    Pera

    La pera è il frutto delle piante del genere Pyrus a cui appartengono molte specie differenti. E’ ricca di fibre, zuccheri semplici e potassio che la rendono perfetta per una dieta iposodica. E’ un frutto facilmente digeribile. La pera contiene inoltre vitamina C, sali minerali, tannino, acido malico e citrico. In cucina si possono preparare tante ricette dolci con le pere, scopritele cliccando qui sotto. VAI ALLA RICETTA Foto di Marta Maria Fontana

    Kiwi

    Il kiwi è un frutto ricco di vitamina C (85 mg/100 g), potassio, vitamina E, rame, ferro e fibre. Questo frutto rende la pelle più elastica e riduce le rughe, diminuisce i trigliceridi nel sangue, protegge gengive e denti. L’apporto calorico è molto basso perché è costituito da circa l’84% di acqua, il 9% di carboidrati e da tracce di grassi e proteine. In cucina si possono preparare tante ricette con il kiwi, scopritele cliccando qui sotto. VAI ALLA RICETTA Foto di Marco Anghinoni

    1976

    Salmone in tavola

    Presentato da

    ARTICOLI CORRELATI