La ricotta vaccina

Oggi proviamo a conoscere meglio la ricotta vaccina, che in questo periodo potremmo usare in tantissime preparazioni come per esempio le torte salate, di cui è spesso un ingrediente fondamentale, e che ora che sta per iniziare la stagione dei pic nic, prepareremo spesso

da , il

    ricotta vaccina

    Oggi proviamo a conoscere meglio la ricotta vaccina, che in questo periodo potremmo usare in tantissime preparazioni come per esempio le torte salate, di cui è spesso un ingrediente fondamentale, e che ora che sta per iniziare la stagione dei pic nic, prepareremo spesso. Non tutti sanno che la ricotta è ottenuta dagli scarti del latte, ma è ricavata dal siero che rimane dalla lavorazione dei formaggi. Questa è la ragione per cui, pur essendo un latticino, ovvero un prodotto derivato dal latte, non può essere chiamata formaggio.

    La ricotta vaccina, che sembra che nel nostro paese fosse apprezzata fin dal tempo dei Romani, è adatta per essere impiegata nelle diete povere di grassi. Se è questo il nostro caso bisogna però fate attenzione a leggere le etichette, perchè a volte per renderla più gustosa e cremosa, viene aggiunto panna e latte.

    In cucina può essere usata in tantissime preparazioni, anche è un alleato da tenere sempre a portata di mano per farcire ravioli e cannelloni, le torte salate e tantissimi dolci, soprattutto della cucina campana.

    Quando la comprate deve essere di colore candido e avere un odore gradevole. In frigorifero si conserva al massimo per due giorni.

    Foto da:

    www.ars-alimentaria.it

    Speciale Natale