La cucina greca

la tradizione culinaria è ricca di piatti, la maggiorparte dei quali è di stampo tipicamente mediterraneo ricca di odori e aromi che ben si sposano con i panorami del luogo

da , il

    Chi ha avuto la fortuna di fare una vacanza in Grecia, soprattutto nelle Isole, non potrà fare a meno di associare i sapori e gli odori di quella cucina al blu del mare,  alla sabbia, ai panorami mozzafiato.

    La cucina greca ha radici antichissime: nacqua circa 25 secoli fa, e con Alessandro Magno assunse la vera e propria dignità di arte culinaria, tanto che i romani se ne innamorarono a tal punto da assumere cuochi greci per deliziare i palati dei patrizi.

    Per i greci il momento del pasto è un vero e proprio momento di convivio, infatti pranzi e cene possono protrarsi per ore, perchè il cibo è il pretesto per parlare, stare insieme.

    Di solito i pasti sono caratterizzati da molte portate, soprattutto di antipasti, i mezedes, che possono andare da semplici piatti di olive a piatti più elaborati. Classici di questa categoria sono i Dolmades, carne tritata avvolte in foglie dal forte sapore di vite, e i Pitakia, sfogliatine ripiene di pollo, formaggio, carne, spinaci etc…

    dolmades
    pitakia

    Numerose sono le salse che accompagnano questi piatti, come  lo tzatziki, una salsa a base di cetrioli e yogurt, e la taramosalata, una salsa a base di uova di pesce.

    Per quanto riguarda i piatti di carne, molto usata è la cottura allo spiedo. E’ facile agli angoli delle strade imbattersi in un chiosco di pita gyros, una piadina (pita appunto), farcita con carne di montone o pollo allo spiedo, pomodori, cipolle, patete fritte e l’immancabile tzatziki. Ovviamente questo piatto ha chiare influenze turche, ricorda infatti moltissimo il kebap.

    pitagyros

    In ogni ristorante cucinano anche i souvlakia, cioè spiedini di carne e talvolta anche pesce, accompagnati da verdure, spesso pomodori.

    I piatti di pesce non mancano, soprattutto nelle isole, dove spesso nelle taverne si trovano degli ottimi piatti di  marida, cioè piccoli pesci fritti, oppure polipi, (che non è raro vedere appesi fuori dai ristoranti ad essiccare), dentice e pesce spada.

    I piatti più celebri sono ovviamente l’insalata greca, a base di feta, cipolle, pomodori, cetrioli, peperoni e origano, che è uno degli esempi più significativi della cucina mediterranea, e la famosa moussaka, una sorta di lasagna in cui però la pasta è sostituita da melanzane e patate, il tutto condito da sugo di carne e besciamella.

    greek_salad
    moussaka

    I dolci sono ricchi di miele e frutta secca, il più famoso è la baklava, pasta sfoglia con mandorle tritate e miele.

    baklava

    Menzione a parte meritano i formaggi: la feta è il più antico e famoso, ma non bisogna dimenticarsi lo yogurt, che si trova in tutti ibar e viene servito con miele, noci, e se siete fortunati origano.

    greek_yogurt

    La birra prodotta in grecia si chiama Mythos, e ne vanno molto orgogliosi, mentre il vino tipico è la Retsina, un bainco secco e resinato.

    Una piccola particolarità: i greci hanno la mania per quello che loro chiamano Nescafè Frappè,cioè Nescafè shakerato con una macchina tipo montalatte che possiedono tutti i bar, con ghiaccio e zucchero.

    Speciale Natale