La carne che viene dal Brasile, rischio per la nostra bresaola?

da , il

    La carne che viene dal Brasile, rischio per la nostra bresaola?

    Un ” bovino” dal nome strano, proveniente dal Brasile sta creando molte preoccupazioni per i consumatori della nostra tanto invidiata e copiata bresaola. Il suo nome? “bos taurus indicus” comunemente chiamato zebù che altro non è

    che l’incrocio di una vacca comune con questo bovino caratterizzato da una gobba.

    La sua carne è durissima. “Ma è carne magra e va benissimo per le nostre bresaole“, dice Emilio Rigamonti, presidente del consorzio che tutela appunto la bresaola della Valtellina.

    Sarà….Però l’ Unione europea ha imposto al Brasile numerose norme che in pratica bloccano buona parte dell’importazione di quella carne: certificato di filiera, garanzie sanitarie… Senza certificati dalle terre brasiliane non arriverà neppure un quarto di bovino. Ma le preoccupazioni e polemiche non mancano….principalmente per eventuali accertamenti sanitari e il problema della afta epizootica che colpisce molte mandrie brasiliane. Sul piede di guerra anche la Coldiretti che protesta ad alta voce per la mancanza di rispetto e di tutela di un tipico ed esclusivo prodotto gastronomico italiano. Allora dobbiamo dire addio alla bresaola made in italy?

    Per saperne di più