Frutta: il kiwi giallo

Frutta: il kiwi giallo

Il kiwi fa ormai parte anche della tradizione italiana, nonostante il suo paese di origine sia la Cina

da in Mangiare la frutta, Prodotti Tipici
Ultimo aggiornamento:

    Il kiwi fa ormai parte anche della tradizione italiana, nonostante il suo paese di origine sia la Cina. Il kiwi giallo è l’incrocio tra due varietà del frutto Actinidia Chinensis, che coltivati in differenti parti della Cina e che per la prima volta fu selezionato in Nuova Zelanda nel 1977. Il frutto intero si presenta di forma conica, la buccia è di color marrone chiaro, con poca peluria. La polpa, una volta aperto, è succosa, di colore giallo senape, mentre il suo sapore è dolce con un gradevolissimo retrogusto acidulo. Il gusto è quello di una mescolanza tra altri frutti tropicali, come per esempio mango e melone.

    Febbraio è un ottimo mese per questo frutto: infatti se da giugno ad ottobre il kiwi giallo viene importato dalla Nuova Zelanda, da dicembre a febbraio sono il Veneto e il Piemonte a rifornirne il nostro paese.

    Quando li acquistate i frutti devono avere la buccia intatta, senza presentare parti raggrinzite; il colore deve essere uniforme, e la polpa succosa e soda al tatto, ma non troppo dura, perchè sarebbe indicice di immaturità del frutto, che quindi non può essere consumato in pochi giorni.

    Si conservano per massimo 3 giorni a temperatura ambiente, mentre se decidete di conservarli nella parte meno fredda del frigo resisteranno anche una settimana.

    I kiwi gialli sono molto ricchi di vitamina C, preziosissima in questi giorni di freddo intenso, perchè aiuta a rafforzare le difese immunitarie.

    Foto da:
    cgi.ebay.com, www.edupics.com, www.fotothing.com, theboxlunch.net, applebot.blogspot.com, www.flickr.com/photos/cherryred, thesodapopsite.blogspot.com, wherestherevolution.blogspot.com

    297

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Mangiare la fruttaProdotti Tipici

    Pasqua 2017

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI