Frutta: i fichi d’India

I fichi d'India sono dei frutti poco utilizzati nelle nostre tavole: proviamo a conoscerne le tipologie e le caratteristiche

da , il

    fichi d india

    Oggi proviamo a conoscere meglio i fichi d’India, frutti poco conosciuti e apprezzati in Italia. Il effetti il loro aspetto non li aiuta a presentarsi in maniera appetibile: sono infatti delle bacche carnose di grosse dimensioni che racchiudono all’interno una polpa di colore variabile. Può essere infatti rossa, bianca o giallo-arancio. Nel primo caso, la sanguigna, avremo un gusto succoso, nel secondo, la muscaredda, un sapore delicato e nel terzo, tipico della varietà sulfarina, un gusto decisamente saporito. Sicuramente non sono frutti che portate in tavola tutti i giorni, anche se in questo periodo li vedrete tantissimo sui banchi dei fruttivendoli.

    In questo periodo infatti potete trovare i frutti che nascono dall’eliminazione dei fiori che spuntano in primavera, che vengono tolti per stimolare nella pianta una nuova fioritura. Da settembre a dicembre quindi troverete abbondanza di questi frutti, con cui potrete realizzare una gustosa marmellata di fichi d’India da poter mettere anche nelle confezioni di cesti natalizi che farete in casa.

    Il nome di questo frutto è assolutamente fuorviante: quelli che trovate al supermercato non vengono affatto dall’India ma dalle zone più calde del Mediterraneo, soprattutto, per quanto riguarda l’Italia, dalla Sicilia, dove infatti viene spesso usato in cucina.

    Non avrete problemi a sbucciarli, a meno che non li abbiate raccolti voi stessi: infatti essendo pieni di spine, prima di essere messi in commercio vengono tolte le spine con un macchinario apposito.