Cous Cous freddo, le ricette di un must dell’estate

Lo sapete che il cous cous puo’ essere preparato anche freddo? Se avete risposto no, allora vedete qui come fare, e scoprite un piatto must per l’estate

da , il

    Conoscete le ricette per preparare il cous cous freddo? Ricette perfette per l’estate, facilissime da preparare e che inoltre non richiedono di accendere il fuoco per cucinarle, per cui si possono fare anche nei giorni più caldi. Diversamente dalla pasta fredda e dall’insalata di riso, il cous cous freddo non è una invenzione recente, ma con il nome di taboulè lo si ritrova nella cucina tradizionale libanese o mediorientale in genere. Vediamo come preparare questi piatti che possiamo veramente definire dei verimust dell’estate.

    La ricetta del taboulè, il cous cous freddo tradizionale

    Il taboulè è una ricetta di cous cous freddo della cucina libanese e mediorientale in genere, e tradizionalmente viene servito assieme agli antipasti. Si prepara molto semplicemente facendo gonfiare il cous cous precotto di grana media o grande, con succo di limone e acqua salata, e poi si completa con pomodori maturi, cetrioli, cipolle rosse e peperoni tagliati a dadini, ed infine si condisce con olio d’oliva, sale, succo di limone e menta e prezzemolo tritato. Va servito fresco dopo averlo fatto riposare qualche ora in frigorifero.

    Le ricette creative per il cous cous freddo o taboulè

    Il cous cous freddo preparato facendo ammollare i granelli con acqua e succo di limone o di arancia, può essere condito in mille modi, tenendo presente che occorre ridurre i vari ingredienti a pezzetti piccoli oppure tritarli, e che diversamente dalla pasta o dal riso assorbe bene i liquidi senza rovinarsi. Tra le molte ricette creative di cous cous freddo vi proponiamo il cous cous freddo con il pollo, il cous cous freddo all’anguria e il taboulè alle verdure arrostite.

    Il cous cous freddo con altri tipi di granelli

    Tutte le ricette di cous cous freddo e di taboulè possono essere modificate sostituendo i pallini di semola di grano (cioè il vero e proprio cous cous) con il burghl o con la quinoa. Il Burghul o burgul indica i chicchi di grano precotti e spezzettati, che vanno prima lessati e poi fatti raffreddare, a questo punto potete usarli in tutte le ricette di cous cous freddo al posto dei granelli di cous cous. Spesso viene preferito al cous cous nei piatti freddi, perché i granelli sono più grandi e croccanti. Per i celiaci e i diabetici suggeriamo di usare la ricetta del taboulè di quinoa, che non è un cereale e ha pochi carboidrati.

    Altre ricette per preparare il cous cous freddo