Consigli di cucina: acqua del rubinetto sì o no?

Iniziative di associazioni ambientali e di consumatori per convincere gli italiani a bere l'acqua del rubinetto e rinunciare, a meno di casi speciali, a quella in bottiglia

da , il

    acqua del rubinetto

    Si può bere l’acqua del rubinetto? Moltissime famiglie sono abituate a ricorrere a quella in bottiglia, che vedono come più “sicura”. Sembra che noi italiani siamo i maggiori consumatori al mondo di acqua minerale in bottiglia, spesso ingiustificatamente. Laddove infatti non ci siano patologie specifiche per cui è meglio ricorrere ad un’acqua piuttosto che ad un’altra, e seconda della composizione, per moltissimi casi, quella che esce dal rubinetto è buona, sicura, economica e soprattutto ecologica. Si stanno moltiplicando infatti le iniziative per convincere gli italiani a non ricorrere necessariamente all’acqua in bottiglia anche per evitare l’impatto ambientale della plastica e del trasporto di quella confezionata.

    Legambiente e Federutility (un’associazione di aziende idriche pubblice locali) hanno promosso una campagna dal titolo “Acqua del rubinetto? Sì grazie!”, mentre Altroconsumo, la famosa associazione di consumatori, ha promosso la campagna ” Bevi l’acqua di casa” che offre ai soci la possibilità di effettuare un controllo sull’acqua che esce dal rubinetto e stabilire se è dannosa o no alla salute.

    L’inchiesta svolta da Altroconsumo sulle acque di 35 città ha dimostrato quanto spesso ricorrere all’acqua minerale sia pura abitudine. Delle città analizzate è stata bocciata solamente l’acqua di Reggio Calabria. Con costi variabili da città a città, sembra in generale che una bottiglia costi circa il 250 volte dell’acqua che sgorga dal nostro rubinetto. Questa quindi potrebbe anche considerarsi una scelta anche economica.

    Speciale Natale