Come pulire i carciofi: trucchi e consigli

Come pulire i carciofi: trucchi e consigli
da in Pulire gli Alimenti
Ultimo aggiornamento:
    I consigli dello chef per pulire i carciofi

    Vi suggeriamo come pulire i carciofi: trucchi e consigli per non sbagliare nemmeno una mossa! Questa verdura, buonissima da gustare sia cruda che cotta, è tipica del periodo primaverile, una vera bontà in grado di colorare tutte le tavole. Scoprite insieme a noi tutti i segreti per pulire questo ingrediente, particolarmente ricco di molecole bioattive, utili per ridurre l’assorbimento del colesterolo e per favorire la produzione degli acidi biliari, fondamentali per la digestione.

    Foto di Sara Maternini

    carciofi buoni

    Prima di avventurarvi nella pulizia dei carciofi, è necessario saperli scegliere bene sin dal momento dell’acquisto, è utile infatti che queste verdure siano sode, senza macchie e foglia rovinate: solo un buon carciofo crudo vi garantirà un’ottima ricetta finale. Durante la fase di pulizia inoltre, vi suggeriamo di utilizzare un paio di guanti o di strofinare le vostre mani con del limone: il carciofo contiene delle sostanze che si ossidano a contatto con l’aria e che tendono a rendere nere le mani.

    Sfogliare il carciofo

    Poiché la parte più tenera del carciofo si trova all’interno, il cosiddetto cuore, è necessario eliminare le foglie esterne e le spine; per ottenere questo risultato, fate un po’ di pressione con le dite sulla base della foglia e con l’altra tirate giù eseguendo un movimento secco e deciso che la farà staccare. Continuate con questa operazione fino a raggiungere le foglie con base verde chiaro, quelle più tenere. Terminato questo step, disponete il carciofo in modo orizzontale su un piano di lavoro e, aiutandovi con un coltello ben affilato, tagliate le punte.

    Pulizia cuore del carciofo

    Tagliate quindi il carciofo in quattro parti verticali e, utilizzando sempre la punta di un coltello, scavate nel centro fino ad eliminare il fieno ovvero la “peluria” presente nel cuore del carciofo.

    Vi consigliamo di eseguire questo passaggio con molta attenzione perché la peluria è davvero sgradevole e modificherebbe in negativo il gusto del vostro piatto!

    Gambo del carciofo

    Concentratevi quindi sul gambo, utilizzando un coltellino a lama liscia, eliminate la parte esterna, quella più dura, tagliando anche la parte finale del gambo.

    Carciofi con acqua e limone

    Nell’attesa di aver pulito gli altri carciofi a vostra disposizione, è necessario lasciare il carciofo a bagno in una bacinella con succo e fette di limone. Questo passaggio eviterà l’ossidazione delle verdure che non prenderanno quel fastidioso colore nero.

    Ora che i vostri carciofi sono puliti, non resta altro che cucinarli, ecco qualche buona ricetta per voi:

    687

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Pulire gli Alimenti

    Pasqua 2017

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI