Come pulire i calamari

Venerdì 29/08/2008 da GIeGI in Cucinare il Pesce, Pulire gli Alimenti

    Se vi trovate dei bei pesci freschi da pulire, perchè avete un marito/fidanzato/collega/… pescatore, o perchè acquistate il pesce direttamente dai pescatori, non sgomentatevi, il compito non è poi così difficile. In questo post cerco di mostrarvi come fare se vi trovate di fronte dei calamari o dei totani.
    persone)

    Partiamo da un bel calamaro, o da un totano; grande o piccolo, la procedura è sempre la stessa.

    Calamaro

    Per prima cosa afferrate la testa, e tirate senza strappi, fino a che si staccherà dal sacco.

    Tirate la testa del calamaroLa  testa del calamaro è stata staccata

    Eliminate l’osso cartilagineo tirandolo delicatamente, e cercando di non romperlo (controllate che non si sia rotto per evitare di ritrovarvene dei pezzi sotto i denti).

    Eliminate l’osso cartilagineo

    Eliminate eventuali altre interiora contenute nel sacco.

    vuotate il sacco

    Sciacquate il sacco sotto l’acqua corrente.

    Sciacquate il sacco del calamaro

    Separate i tentacoli dagli occhi e dalla interiora.

    Separate i tentacoli

    Eliminate il “becco” corneo che si trova al centro dei tentacoli.

    Eliminate il becco del calamaro  Eliminate il becco del calamaro

    Con un coltello raschiate via le ventose dai tentacoli del calamaro.

    Eliminate le ventose dai tentacoli

    Sciacquate i tentacoli sotto l’acqua corrente.

    Sciacquate i tentacoli

    Ed ecco il calamaro, o il totano, pulito e pronto per essere cucinato.

    Calamaro pulito

    Foto di GIeGI

    SCRITTO DA GIeGI PUBBLICATO IN Cucinare il PescePulire gli Alimenti Venerdì 29/08/2008