Come pulire gli asparagi: trucchi e consigli

da , il

    Lo Chef ci insegna a pulire gli asparagi

    Ecco come pulire gli asparagi: trucchi e consigli per poter gustare con facilità questa verdura! Gli asparagi, appartenenti alla stessa famiglia dell’aglio e della cipolla, sono caratterizzati da un forte colore verde, dovuto alla presenza di clorofilla, elemento che gli conferisce anche molte proprietà nutrienti. Questo alimento è ipocalorico e naturalmente depurativo anche grazie alle fibre delicate che contiene, efficaci per la regolarità del transito intestinale. Scopriamo come fare a pulirli e beneficiare di tutti i vantaggi di questo alimento.

    1. Come scegliere gli asparagi

    Come sempre è necessario saper scegliere bene la materia prima per garantire un risultato perfetto della vostra ricetta: gli asparagi devono essere di un colore verde brillante, consistenti e con le punte chiuse e non rovinate. Dopo aver acquistato gli asparagi vi suggeriamo di conservarli in frigo lasciandoli immersi in un vaso quasi come fossero un bouquet di fiori.

    2. Come pulire gli asparagi

    Prima di procedere con la pulizia vera e propria degli asparagi, è necessario sciacquarli sotto l’acqua corrente. Immergete gli asparagi nell’acqua fredda o poneteli all’interno di uno scolapasta e lasciateli sotto l’acqua corrente. Durante questo passaggio vi suggeriamo di prestare particolare attenzione alle punte, molto fragili, è necessario non danneggiarle. Terminato questo passaggio adagiateli su uno strofinaccio e asciugateli bene, tamponando il tutto.

    3. Taglia il gambo

    Utilizzate quindi un tagliere e adagiate gli asparagi in orizzontale su di esso. Supportandovi con un coltello molto affilato, procedete a tagliare la parte finale biancastra di ciascun gambo, perché troppo dura e legnosa. Se avete a disposizione asparagi grandi, vi consigliamo di eliminare circa 2 cm mentre per quelli più sottili, è necessario solo 1 cm.

    4. Pela il gambo

    Utilizzando un pelaverdure, o in alternativa un coltello molto affilato, pelate gli asparagi partendo dalla fine verso la punta, così da eliminare la parte esterna solitamente più dura. Se utilizzate gli asparagi più sottili, potete tranquillamente evitare questa operazione.

    5. Cuoci gli asparagi

    Terminata la fase di pulizia, procedete con la cottura degli asparagi. Legateli con uno spago come per creare un mazzo e successivamente pareggiateli in lunghezza; lasciateli quindi cuocere in una pentola stretta e larga, riempita fino al bordo con acqua. Immergete gli asparagi lasciandoli in piedi. In questo modo i gambi si cucineranno più facilmente mentre le punte beneficeranno del vapore di cottura.

    6. Cucinali con queste ricette

    Scoprite insieme a noi tutte le ricette che è possibile realizzare con gli asparagi: