NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Come non far attaccare il minestrone

Come non far attaccare il minestrone

Vediamo come non far attaccare il minestrone, e quindi come essere pronti a servirne tanti bei piatti, ora che possiamo prepararlo con le verdure fresche

da in Cucinare le Verdure
Ultimo aggiornamento:

    Vediamo come non far attaccare il minestrone, e quindi come essere pronti a servirne tanti bei piatti, ora che possiamo prepararlo con le verdure fresche.

    Vi consigliamo di procedere in questo modo. Preparate prima il brodo di verdura nella maniera che preferite, con le verdure di vostra scelta, magari come si fa per il minestrone alla genovese. Se vi piacciono le verdure a pezzi, tagliatele già in partenza a cubetti piccoli, circa 1 cm. di lato, se invece lo preferite passato fatele pure a pezzi grossi.

    Quando il brodo di verdura è cotto, spegnete il fuoco, e se non vi piacciono i pezzetti di verdura passatelo con il passaverdura o frullatelo con un frullatore ad immersione. A questo punto potete lasciarlo raffreddare, e poi conservarlo alcuni giorni in frigorifero, o anche surgelarlo.

    Al momento di servire il minestrone, lessate la pasta o il riso che volete aggiungerci in acqua salata.

    Quando la pasta è quasi cotta, riscaldate il brodo di verdura, unitevi la pasta cotta, aggiustate di sale e cuocete ancora un minuto. Servite subito.

    In questo modo non dovreste avere problemi di attaccatura, infatti il tempo di cottura del brodo di verdura passato oppure arricchito dall’amido della pasta (che tende ad attacarsi) sarà minimo.

    Questa tecnica della cottura della pasta a parte va bene anche per la pasta e fagioli o altre minestre a base di legumi.

    Foto da www.termafrigo.it, nancysrecipes.files.wordpress.com, gardenofeatingblog.blogspot.com

    294

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cucinare le Verdure
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI