Come cucinare le castagne

Le abbiamo aspettate a lungo e finalmente, dopo mesi, sono tornate ad allietare i banchi della frutta. Rappresentano il fiore all'occhiello delle stagioni più fredde e, per questo, sarebbe un vero peccato non approfittarne. Voglia di scoprire tutti i possibili metodi di cottura delle castagne? Ed allora ecco come cucinarle al forno, in padella, nel microonde e perfino nella pentola a pressione. Assaporate il gusto unico di questi insostituibili prodotti autunnali!

da , il

    Come cucinare le castagne

    Come cucinare le castagne è una delle domande che ci si pone molto spesso durante l’autunno. Le aspettiamo per diversi mesi ma, una volta tornate sui banchi della frutta, siamo a corto di idee.

    Contrariamente a quanto si pensi, le castagne possono essere cotte in svariati modi, e tutti degni di nota. Seguendo quelli raggruppati sotto, le porterete in tavola ogni volta in una nuova veste.

    Curiosi di scoprire come preparare questo frutto autunnale per assaporare il gusto intenso ed avvolgente delle castagne? Accendete il camino ed iniziate a sbucciarle.

    Come cucinare le castagne al forno

    castagne al forno

    Le castagne al forno sono tra le più semplici e veloci da realizzare. Operazione preliminare sta nel lavarle perfettamente per eliminare qualsiasi tipo di impurità e nell’asciugarle con cura. Ma ancora più importante è inciderle sulla pancia con un taglio netto.

    Una volta cotte ponetele dentro un sacchetto di carta e chiudetelo bene facendole riposare al suo interno fino a quando si saranno appena raffreddate. Così facendo, il calore racchiuso nel sacchetto le farà diventare croccanti fuori e morbide dentro.

    VAI ALLA RICETTA

    Come cuocere le castagne in padella senza buchi

    castagne in padella

    Per preparare le castagne in padella dovrete usarne una abbastanza capiente e, se possibile, anche vecchia. Quella notoriamente utilizzata per preparare le caldarroste, le più conosciute del resto, è dotata di un fondo bucherellato, ma in casa non ne avrete bisogno.

    1. Iniziate ad incidere le castagne con un coltello, tracciando una croce di 1-2 cm sulla pancia.
    2. Dopo aver effettuato questa operazione, ponete tutte le castagne nella padella, che andrete a posizionare su un fornello medio.
    3. Accendete la fiamma mantenendola molto alta.
    4. Fate cuocere le castagne mescolandole con un cucchiaio di legno.
    5. Continuate per una decina di minuti, ma avendo cura di non farle bruciare.
    6. Il segreto per ottenere delle buone caldarroste è di girare molto spesso le castagne, in modo tale da permettere loro di cuocere su tutti i lati.
    7. Terminata la cottura, come per le castagne al forno, lasciate riposare il tutto in un sacchetto di carta per qualche minuto.

    Cottura castagne bollite

    castagne bollite

    Anche preparare le castagne bollite rappresenta un procedimento semplice, ma richiede un tempo maggiore. Sciacquate sotto l’acqua corrente le castagne, strofinandole bene per togliere tutta la possibile sporcizia.

    Si consiglia di utilizzare una pentola molto capiente e di coprire totalmente i frutti di acqua, fino a superare il loro livello. La durata della cottura varia molto in base alla grandezza ed alla varietà degli stessi: calcolate in media non meno di 25 minuti. Una volta cotti lasciateli raffreddare per qualche minuto, quindi serviteli.

    Dopo aver bollito le castagne, mangiarle sarà facilissimo: vi basterà togliere la parte iniziale e schiacciare il frutto dal basso verso l’alto. E’ possibile anche sbucciare le castagne e solo successivamente bollirle…scegliete il metodo più affine ai vostri gusti!

    VAI ALLA RICETTA

    Come cuocere le castagne al microonde

    castagne al microonde

    Il microonde rappresenta uno di quegli elettrodomestici che in molti hanno in casa, ma che in pochi utilizzano. Perchè non metterlo alla prova con la preparazione delle castagne?

    Tale metodo di cottura permette di ottenere le castagne “arrostite” in molto meno tempo.

    VAI ALLA RICETTA

    Come cuocere le castagne congelate

    castagne cotte

    Le castagne possono essere congelate da crude, con o senza taglio, a seconda che si vogliano poi fare arrosto o bollite.

    Ciò rappresenta una grande risorsa, perchè ci permette di potere godere di tali frutti anche passato l’autunno.

    Le castagne congelate possono essere cotte esattamente come quelle fresche. Possono essere utilizzate direttamente da congelate o possono essere prima scongelate e poi cucinate.

    Castagne surgelate intere

    castagne surgelate

    Le castagne surgelate intere possono essere bollite in acqua fino a quando diventano tenere, per circa 30-35 minuti.

    Nel caso in cui vogliate farle al forno o in padella, però, è necessario inciderle prima con un coltello. In tal caso, per rendere più agevole l’operazione, lasciatele dapprima scongelare completamente.

    Come cuocere le castagne secche

    castagne secche

    Cucinare le castagne secche non è difficile, ma richiede un preventivo e lungo ammollo in acqua fredda. Ponetele in una bacinella la sera precedente e scolatele al mattino. Effettuata tale operazione potrete farle bollire in acqua bollente per circa 30 minuti.

    Questa è la tecnica per fare ammorbidire le castagne dure. Un’alternativa all’acqua è il latte: utilizzatelo per coprire interamente i frutti, quindi procedete con la cottura fino a quando non si saranno ammorbiditi.

    Cuocere le castagne secche nella pentola a pressione

    castagne pentola a pressione

    Anche in questo caso vale l’accorgimento dell’ammollo, ma la cottura diventa più breve.

    Mettetele nella pentola a pressione, copritele di acqua e chiudete la pentola. Accendete la fiamma e, dal momento del fischio, calcolate 20 minuti di cottura.

    Prestate molta attenzione al corretto utilizzo della pentola, chiusura compresa.

    Photo by Iva Penner / CC BY

    Photo by Gauranga Das / CC BY

    Speciale Natale