Cibo & Salute: pericolo colesterolo

Con il cambiamento delle abitudini alimentari emerge anche il pericolo colesterolo per i giovanissimi

da , il

    Con il cambiamento delle abitudini alimentari è emerso il pericolo colesterolo per i giovanissimi. Infatti da studi recenti sembra che già sotto i 14 anni il 25% degli italiani soffra di questo problema, che peggiora con il passare degli anni.

    I livelli ottimali sono: inferiore 160 mg/dl di quello cosidetto “buono” e inferiore a 240 mg/dl per quello “cattivo”, che viene contrastato dal primo. Il 20% del colesterolo proviene dalla nostra alimentazione, mentre il resto è prodotto dal fegato.

    Stress e alimentazione sbagliata, ovvero ricca di grassi idrogenati, (che sono contenuti in biscotti, dolci industriali, crackers) possono causarne l’aumento e la fascia di età dei giovanissimi purtroppo è quella che più si nutre di questi cibi. Per contrastare questo fenomeno bisogna ovviamente puntare su una alimentazione sana.

    I cibi da prediligere sono quelli che contengono il colesterolo “buono”, quindi l’olio extravergine di oliva, l’olio di lino e gli oli di pesce. Ma anche la frutta come noci e i semi. Bisognerebbe inoltre integrare la nostra alimentazione con la vitamina C, che favorisce l’eliminazione del colesterolo cattivo.

    Leggete attentamente le confezioni, soprattutto di cibi apparentemente innocui come i succhi di frutta, perchè con qualche semplice rinuncia la vostra salute migliorerà tantissimo.

    Foto da:

    www.my-personaltrainer.it

    dietaclub.quotidiano.net

    www.topnews.in

    www.wellnessuncovered.com