Cheese: tutti i gusti del formaggio

Cheese: tutti i gusti del formaggio

Tutti i gusti del formaggio a Cheese 2011, scoperte di prodotti della nostra tradizione e i risultati delle trovate di casari “creativi”, ma sempre, buoni, puliti e giusti

da in Eventi Enogastronomici, Slow Food
Ultimo aggiornamento:

    Cheese 2011 per noi è stato “tutti i gusti del formaggio” prendendo spunto dal titolo di questa edizione “tutte le forme del latte”, e di formaggi ne abbiamo assaggiati veramente tanti, non li abbiamo contati ma saranno stati 50 o forse anche 100. Formaggi da tutto il mondo e da tutta Italia, ma soprattutto seguendo la filosofia “ Slow Food” tutti formaggi buoni, giusti e puliti. Oggi vi parliamo di alcune nostre scoperte, e di alcuni formaggi diciamo “strani”, opera di “casari creativi”, ma sempre buoni, e nei prossimi giorni vi faremo conoscere altri splendidi formaggi trovati a Cheese.

    Cheese si svolge nelle strade e nelle piazze di Bra, piccola cittadina in provincia di Cuneo, culla del movimento Slow Food, e quest’anno tra le bancarelle piene di formaggi apparivano delle grandi chiocciole azzurre, simbolo del movimento Slow, realizzate in plastica riciclata dal gruppo Cracking Art Regeneration.

    cheese 2011 00 cheese 2011 01

    Il cacioricotta a Cheese 2011
    Cheese 2011 03 Cheese 2011 03

    Il cacioricotta è un formaggio fresco, dolce, prodotto nel Sud Italia in modo particolare, utilizzando sia la coagulazione a caldo della ricotta che quella con agenti coagulanti tipica del formaggio. A Cheese abbiamo assaggiato diversi tipi di cacioricotta, tra cui quello fatto con il latte delle capre del Cilento, Presidio Slow Food. Il cacioricotta secondo noi può essere consumato fresco condito con un filo d’olio o utilizzato per preparare una caprese al posto della mozzarella.

    I formaggi affinati nelle vinacce o nel vino

    cheese 2011 00 cheese 2011 00

    Si tratta di una antica tecnica per far maturare i formaggi, o usando una terminologia precisa affinare, dal francese “affiner”, ricoprendoli di vinacce o bagnandoli con del vino. Alla fine il formaggio avrà una crosta violacea, mentre all’interno rimane bianco, ed acquista un particolare profumo fruttato. A Cheese 2011 c’erano parecchi formaggi di questo tipo, sia di latte vaccino che di pecora o capra, e noi li abbiamo assaggiati. Il fruttato dato dalle vinacce o dal vino varia, da appena accennato a molto intenso, a mera colorazione della crosta, ma in alcuni casi secondo la nostra modesta opinione il risultato è ottimo, come nel caso del formaggio di Bra nelle vinacce (Braciuck).

    cheese 2011 00 cheese 2011 00

    I formaggi creativi a Cheese 2001

    Ora vi raccontiamo di diversi formaggi “creativi” per non dire strani, frutto della fantasia dei casari, alcuni particolarmente gustosi altri, diciamolo pure, solo delle curiosità divertenti.

    cheese 2011 00

    Il formaggio tartufo (Belper Knolle). Non è uno dei soliti formaggi aromatizzati dal tartufo (che comunque erano presenti in gran numero a Cheese), ma di uno strano formaggio svizzero che sembra un tartufo, ma è preparato con formaggio aromatizzato con l’aglio e fatto stagionare ricoperto di pepe. Si serve tagliato a fettine sottili con l’attrezzo per il tartufo, ed è ottimo su della pasta condita semplicemente con burro o olio, o su delle uova al tegamino; è una stranezza ma vi garantiamo superbuono.

    cheese 2011 00 cheese 2011 00

    Il pecorino al pistacchio e il pecorino alle pere. Il primo è un pecorino siciliano arricchito da pistacchi, che però si sentono poco, il secondo un pecorino toscano aromatizzato alle pere, strano ma buonissimo.

    cheese 2011 00

    Concludiamo con il formaggio aromatizzato dai semi della Cannabis, una autentica curiosità; a livello di gusto nulla di eccezionale, i semi erano in pratica senza gusto e decisamente troppo croccanti.

    FOTO DI GIeGI

    866

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Eventi EnogastronomiciSlow Food

    Pasqua 2017

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI