Birra: dagli Usa versione con cioccolato e ostriche

Questa notizia arriva direttamente dagli Stati Uniti hanno trovato un modo per fermentare la birra con ingredienti inusuali, come cioccolato, le zucche, e persino le ostriche

da , il

    Questa notizia arriva direttamente dagli Stati Uniti hanno trovato un modo per fermentare la birra con ingredienti inusuali, come cioccolato, le zucche, e persino le ostriche.

    I ragazzi statunitensi la chiamano la “super birra” e ne vanno davvero matti, tanto che la produzione è coperta di circa 1500 stabilimenti in tutti gli Usa.

    Il fondatore di questa nuova tendenza è Mr. Sam Calagione, un italoamericano che già nel 1995 aveva azzeccato il trend del futuro, aprendo la prima fabbrica della Dogfish Head Brewery, che oggi, da sola, produce 25 milioni di bottiglie.

    Il prezzo è ovviamente quello dei prodotti molto ricercati: una media di 17 dollari al litro.

    Il contenuto alcolico è più elevato di quello del vino, ci aggiriamo infatti tra i 10 e 18 gradi.

    Ma la Dogfish non è l’unico marchio produttore della “birra estrema”, così soprannominata dal newyorker; a contendersi questa importante fetta di mercato ci sono infatti Brooklyn Bewery, Pyramid, e la Magic Hat Brewing Company .

    Ma come si produce questa favolosa birra?

    Alcuni sostengono che il prodedimento sia molto vicino a quello della birra tradizionale di malto o frumento.

    Sembra però che la ricetta sia presa direttamente dall’ antica usanza degli Aztechi e degli Inca di servire durante i loro riti sacri delle bevande particolarmente inebrianti.

    In ogni caso la rete pullula di siti dove trovare la ricetta per produrla in casa da soli.

    Foto da:http://flickr.com/photos/pictureprefect/2638466395/in/pool-boozewhores

    http://www.glunzbeers.com, http://farm3.static.flickr.com/2129/2036019263_d6e9d59ee9.jpg